Biometro ad immersione

La biometria ad ultrasuoni, con immersione, è un esame non invasivo e indolore che si esegue per il calcolo del potere diottrico del cristallino artificiale prima dell’intervento di cataratta

  • calcola il potere del cristallino da impiantare nell’intervento di cataratta
  • misura la curvatura della faccia anteriore della cornea
  • misura la lunghezza dell’occhio per mezzo di una sonda ad ultrasuoni

Il biometro per le misurazioni usa la tecnica ad immersione, che non prevede il contatto diretto della sonda ad ultrasuoni con la superficie dell’occhio.

Biometro ad immersione

A cosa serve la Biometria

La biometria ad immersione con gli ultrasuoni calcola il potere del cristallino artificiale che viene impiantato al posto del cristallino naturale nell’intervento di cataratta

  • il cristallino naturale ha un proprio potere diottrico che consente di mettere a fuoco le immagini sulla retina
  • in caso di intervento di cataratta è necessario calcolare il potere del cristallino artificiale che verrà impiantato al posto di quello naturale

questo calcolo viene effettuato con la biometria che stabilisce quale è il cristallino artificiale più appropriato per ogni paziente, in modo da ridurre il più possibile l’uso degli occhiali dopo l’intervento di cataratta.

Quando si fa la Biometria

  • in preparazione all’intervento di cataratta

La biometria ad ultrasuoni misura alcuni parametri anatomici dell’occhio necessari per le formule che permettono di calcolare il potere della lente intraoculare da impiantare al posto del cristallino naturale durante l’intervento

  • per una miglior qualità della visione
  • per ridurre al massimo l’uso degli occhiali dopo l’intervento

Le misurazioni effettuate sono due

  • la curvatura della cornea
  • la lunghezza antero-posteriore dell’occhio

 

Biometro ottico

La biometria ottica è un esame non a contatto, non invasivo e indolore che rileva una serie di misure dell’occhio prima dell’intervento di cataratta e prima dell’intervento di refrattiva.
La biometria ottica IOL Master è

  • indispensabile per il calcolo del potere del cristallino artificiale personalizzato ad elevata tecnologia
  • indispensabile per il calcolo del potere del cristallino artificiale che corregge astigmatismo o presbiopia
  • indispensabile per il calcolo del potere del cristallino artificiale negli occhi operati di chirurgia refrattiva con laser ad eccimeri
  • utile per il calcolo del potere diottrico del cristallino artificiale in tutti gli interventi di cataratta
  • indispensabile per misurare la profondità della camera anteriore dell’occhio per l’impianto delle lento fachiche ICL
Biometro ottico

A cosa serve la Biometria ottica

L’ applicazione principale della biometria ottica è

  • la valutazione preoperatoria della curvatura della faccia anteriore e posteriore della cornea
  • la misura dell’astigmatismo
  • la misura della profondtà della camera anteriore dell’occhio
  • la misura della lunghezza dell’occhio
  • il calcolo del potere del cristallino da impiantare nell’intervento di cataratta

Il biometro ottico non utilizza gli ultrasuoni, come il biometro ad immersione, ma

  • èmisura la lunghezza dell’occhio per mezzo della luce
  • dotato di un topografo corneale che permette una valutazione accurata della superfice e della curvatura corneale

 

Biometria ottica

Quando si esegue la Biometria ottica

La biometria ottica si esegue per il calcolo del potere del cristallino artificiale

  • personalizzato ad elevata tecnologia da impiantare nell’intervento di cataratta
  • negli occhi precedentemente operati di chirurgia refrattiva con laser ad eccimeri
  • in tutti gli occhi dove la curvatura corneale anteriore è diversa dalla curvatura posteriore
  • in tutti gli occhi dove la curvatura corneale causa importanti astigmatismi
  • negli occhi con cheratocono
  • negli esiti di trapianto di cornea
  • negli esiti di ferite corneali

 

Quando si esegue la biometria ottica

Un caso a parte, quindi, è rappresentato da tali evenienze in cui sono necessari calcoli più complessi per valutare con maggiore precisione il potere della lente intraoculare da impiantare ed è opportuno ricorrere a più strumenti innovati come il biometro ottico, la scheimpflug camera, il topografo e il tomografo corneale

Biometria ottica Giorgio Bravetti

L’esperienza acquisita negli anni, la costante ricerca a livello scientifico, lo studio e l’aggiornamento delle formule biometriche garantiscono i migliori risultati per i pazienti dell’Ambulatorio Oculistico Bravetti, punto di riferimento nazionale ed internazionale per la chirurgia della cataratta

Studio di Savignano Sul Rubicone
Via Gaio Sabino, 3
Tel. +39 0541 94 44 75
mail: giorgio@bravetti.it

Studio di Bologna
Via Bellacosta, 44
Tel. +39 051 644 83 25
mail: giorgio@bravetti.it