Cosa fare in caso di mosche volanti

Se la comparsa di corpi mobili vitreali è repentina ed improvvisa e magari accompagnata anche da lampi di luce è necessario

  • rivolgersi con sollecitudine al proprio oculista per un attento esame del fondo dell’occhio al fine di valutare le condizioni della retina, la trazione tra vitreo e retina e al fine di escludere altre malattie che portano alla formazione di corpi mobili vitreali.
  • evitare sforzi fisici soprattutto in caso di comparsa di fotopsie e lampi di luce
  • idratare il vitreo bevendo liquidi a piccoli sorsi molto frequenti, seguire una dieta ricca di frutta e verdura

Terapia dei corpi mobili vitreali

Poi per aiutare il trofismo del corpo vitreo e rallentare i processi degenerativi è necessario

  • bere molta acqua a piccoli sorsi, almeno 2 liti al giorno, per idratare il vitreo e diminuire il rischio della sua contrazione. L’idratazione è fondamentale per mantenere l’integrità del corpo vitreo
  • mangiare molta frutta e verdura che, grazie all’elevato contenuto di vitamine e di antiossidanti, contribuisce a rallentare i processi di degradazione del gel vitreale causati dai radicali liberi
  • proteggere gli occhi dai raggi solari soprattutto dagli ultravioletti che sono fototossici per l’occhio e accellerano il processo di invecchiamento e degenerazione vitreale
  • integrare l’alimentazione con sostanze nutritive ad adeguata composizione, i bioregolatori cellulari, con tutti gli elementi essenziali per mantenere proteggere e rinnovare i principali costitueni del corpo vitreo

 

Assumere

  • collagene di tipo II già presente nel vitreo in forma idrolizzata a basso peso molecolare
  • condroitin solfato che limita la degrdazione delle fibre collagene e ne impedisce l’aggregazione
  • acido ialuronico, molecola fondamentale del corpo vitreo, capace di trattenere acqua, favorire l’idratazione del vitreo, sostenere le fibre di collagene e contribuire a mantenerne la sua struttura gelatinosa e la sua elasticità
  • antiossidanti, come ad esempio la vitamina E, per combattere l’azione dei radicali liberi, impedire la degradazione del collagene e dell’acido ialuronico

Queste sostanze nutritive, che costituiscono la terapia delle miodesopsie, la terapia delle mosche volante, sono i bioregolatori cellulari che migliorano i processi disintossicanti dell’organismo, riducono i processi ossidativi dell’occhio e favoriscono lo smaltimento degli aggregati proteici

Interventi chirurgici per la miodesopsie

A volte, per fortuna molto raramente, diventa indispensabile operare i corpi mobili vitreali perché può accadere che il normale processo di invecchiamento del vitreo porti alla formazione di corpi mobili, mosche volanti, addensamenti vitreali talmente grossi, voluminosi e compatti da provocare un disturbo serio della vista. Solo in questi casi, quando tali addensamenti diventano tanto numerosi e tanto importanti da causare la costante presenza di macchie scure mobili che rendono difficoltosa la capacità di lettura o lo svolgimento delle normali attività, si può decidere di

  • eseguire un trattamento di vitreolisi per i corpi mobili vitreali con un particolare laser dedicato e specifico per la vaporizzazione delle miodesopsie
  • eseguire un intervento chirurgico di vitrectomia per rimuovere assieme al vitreo anche i corpi mobili vitreali

Si interviene chirurgicamente solo quando questo disturbo è diventato davvero insopportabile e invalidante. In questo caso

  • si operano le mosche volanti con la vitrectomia
  • si esegue un trattamento laser di vitreolisi per le mosche volanti

Il laser per le miodesopsie, la vitreolisi, è un trattamento sicuro, indolore e veloce. Una volta messo a fuoco sulla mosca volante, il laser crea una bolla che vaporizza le molecole di collagene e di acido ialuronico dei corpi mobili trasformandole in gas che verrà poi riassorbito spontaneamente dall’occhio.

Come si fa la vitreolisi laser?

IL PAZIENTE è seduto su uno sgabello e appoggiato a una mentoniera davanti al laser per la vitreolisi

IL MEDICO OCULISTA appoggia delicatamente sull’occhio del paziente una lente dedicata

IL MEDICO OCULISTA attraverso la lente indirizza gli spot laser sulla mosca volante

IL LASER vaporizza i corpi mobili e li trasforma in gas che poi verrà riassorbito dall’occhio

Il trattamento di vitreolisi laser

  • è assolutamente indolore
  • non necessita di anestesia
  • non è invasivo
  • si esegue ambulatorialmente
  • è molto veloce
  • dura pochi minuti
  • non ha interazioni con altre cure
  • è una terapia laser altamente efficace
  • può essere ripetuta, se necessario

Studio di Savignano Sul Rubicone
Via Gaio Sabino, 3
Tel. +39 0541 94 44 75
mail: giorgio@bravetti.it

Studio di Bologna
Via Bellacosta, 44
Tel. +39 051 644 83 25
mail: giorgio@bravetti.it